CIGS alla Ferrosud, intervengono i sindacati

I cancelli dello stabilimento "Ferrosud"

Matera. Ossigeno anche per la Ferrosud di Matera. E’ stato siglato infatti in Regione, a Potenza, un accordo con i sindacati, CGIL, CISL, UIL,  per un ulteriore anno di cassa integrazione straordinaria per procedura concorsuale.  Interessati 110 lavoratori dallo scorso 4 maggio con un sistema di rotazione che sarà sottoposto a verifica ogni tre mesi. Ma l’attenzione dei sindacato è rivolta anche al concordato preventivo. Questa infatti l’unica strada per salvare l’azienda che ha annunciato di avere già commesse per 8 milioni di euro. Ma come ci spiega Giuseppe Giannella, responsabile provinciale della FIOM CGIL,  “se il governo nazionale preferisce stanziare fondi per gli ammortizzatori sociali piuttosto che investire nel settore del trasporto ferroviario non ci sarà futuro per la Ferrosud”. Dello stesso avviso Gerardo Evangelista, segretario regionale FIM CISL Basilicata che ha detto “Il ricorso alla cigs è il male minore per salvare l’azienda, ora speriamo che nella riunione del 6 giugno i creditori diano un parere positivo al concordato preventivo e consentano così alla Ferrosud di superare questo difficile momento di crisi” Intanto lunedì 24 maggio alle ore 9:00  in un’assemblea sarà illustrato ai lavoratori l’accordo.

 

Share Button