Ancora in protesta il personale scolastico del Materano

Il personale scolastico in protesta

Un'assemblea del personale scolastico materano

MATERA – “Per ogni alunno in meno, un posto di lavoro sottratto”. Prosegue con questo slogan, a Matera, la mobilitazione contro l’allarme disoccupazione nella scuola generato dai contenuti del decreto “Gelmini”, indetta dalle segreterie territoriali di Flc-Cgil, Cisl e Uil-Scuola e dallo Scuola-Snals, in presidio permanente dal 24 agosto scorso. Per domani pomeriggio alle 18, infatti, in piazza Vittorio Veneto è in programma un’assemblea pubblica alla quale, oltre al personale scolastico, sono stati invitati anche gli studenti, i genitori, le associazioni, i sindaci e gli amministratori del Materano. Nella provincia di Matera, infatti, si conta che nell’anno scolastico 2009/2010, saranno tagliati 341  posti di lavoro, 239 tra il personale docente e 102 in quello Ausiliario-Tecnico-Amministrativo. Alle 18, pertanto, è previsto un approfondimento sugli sviluppi del piano di intervento della Regione Basilicata a favore della scuola lucana e sulle relative ricadute occupazionali; alle 19:30, invece, una manifestazione  festante in piazza Mulino.

Share Button