Cresce l’utenza extra-regionale del Crob di Rionero

Il Crob di Rionero in Vulture

Il Crob di Rionero in Vulture

MATERA – E’ cresciuta nel 2008 l’utenza extra-regionale per la cura dei tumori al Crob di Rionero in Vulture, mentre la Basilicata ha abbattuto completamente la migrazione sanitaria verso altre strutture non lucane. La notizia è stata diffusa oggi dal responsabile del Centro di ricerche oncologiche della Basilicata, Pellegrino Musto, nel corso dell’incontro annuale delle Unità operative di ematologia e dei Centri trapianto dell’Italia meridionale, organizzato dallo stesso Crob, dalle Aziende sanitarie di Matera e del San Carlo di Potenza e dalla Regione Basilicata ,presso l’hotel Hilton Garden Inn, nella città dei Sassi. Musto ha spiegato che lo scorso anno i pazienti ricoverati sono stati circa 600, il 20 per cento dei quali di fuori regione, e duemila gli accessi in day hospital per le diverse patologie in cura. Alla base dell’incremento vi è il miglioramento delle capacità diagnostiche e delle opportunità di guarigione, in Basilicata, grazie all’azione dei centri di ematologia.

Share Button