E’ morto Franco Tafuni

Una vecchia foto di Franco Tafuni

Una vecchia foto di Franco Tafuni

ALTAMURA (Bari) – Si è spento questo pomeriggio, ad Altamura, Franco Tafuni, figura simbolo del calcio murgiano ed altamurano in particolare. Da anni era affetto dalla SLA (sclerosi laterale amiotrofica), malattia balzata in poco tempo alle cronache sportive per la sua frequente incidenza tra ex-sportivi. Lo stesso Tafuni, qualche anno fa, denunciò pubblicamente su una rete RAI questo fenomeno ed un abuso di farmaci cui era stato sottoposto durante la sua carriera di calciatore. Tafuni, nato il 3 ottobre 1954, già dalla tenera età mostrò un attaccamento spassionato al calcio, che lo portò ad affermarsi come terzino-mediano di spinta nell’Altamura e poi nel Matera, a Bitonto, a Canosa, alla Grumese, al Cisternino, all’Ostuni, fino alla memorabile chiusura di carriera agonistica nuovamente ad Altamura, nella stagione 1988/89, nel ruolo singolare di presidente-capitano. Proprio durante la sua gestione la squadra del comune murgiano ottenne la promozione in C2, in cui ci sarebbe rimasta per tre anni. Ma Tafuni è stato particolarmente amato anche dai Materani: nella città dei Sassi, infatti, è stato anche presidente del FC Matera con cui, nella prima metà degli anni ’90, raggiunse la C1. Nel ’98, poi, tornò ad Altamura, accompagnando la squadra in delle soddisfacenti stagioni in serie D. Fu proprio in quell’anno che cominciò ad avvertire i primi sintomi della malattia che, progressivamente, lo ha costretto ad abbandonare l’ambiente sportivo. La notizia della morte di Tafuni, a Matera, è giunta al termine del primo tempo della partita tra Fc Matera e Sant’Antonio Abate, valida per il primo turno di Coppa Italia di calcio di serie D, giocata questo pomeriggio allo stadio “XXI Settembre – Franco Salerno”. Al temine della gara, giocatori e pubblico si sono stretti in un minuto di silenzio per cordoglio alla famiglia. Quattro dei sei figli di Tafuni sono anch’essi calciatori: Carlo, Lorenzo, Nicola e Vincenzo.

Share Button