Potenza, politica cittadina verso la Giunta Guarente. Intanto caos nel Pd

Verso la giunta comunale a Potenza. Il sindaco Mario Guarente al lavoro con la maggioranza di centrodestra. Tra le opposizioni è resa dei conti nel Partito Democratico cittadino

Si lavora nella maggioranza di centrodestra per definire la giunta del neo sindaco di Potenza, Mario Guarente. Nove le caselle a disposizione, 4 riservate al femminile, con ipotesi di figure interne rispetto a quelle tecniche.

A fare la voce grossa sarà la Lega, partito del primo cittadino e che nell’assemblea di via Nazario Sauro ha eletto 5 consiglieri su 32.

Assessori in pectore sarebbero Stefania D’Ottavio e Rocco Coviello, già con delega all’Ambiente. Il carroccio ha eletto anche Rocco Bernabei, Gianmarco Blasi e Patrizia Guma. Da tenere sott’occhio la lista Potenza Civica, dove il consigliere più votato, Francesco Cannizzaro, è fortemente indicato per un posto di governo, e potrebbe scattarne un secondo tra i consiglieri Alessandra Sagarese, ex centrosinistra, ed i volti nuovi Massimiliano Di Noia e Giuliano Velluzzi.

Preme Fratelli d’Italia che guarda alla delega allo Sport e Politiche Sociali con il riconfermato consigliere Alessandro Galella e sull’ex vice presidente del Consiglio regionale nonché in passato già tra i banchi dell’opposizione potentina Michele Napoli.

Gli altri eletti sono Maddalena Fazzari ed il riconfermato Giuseppe Giuzio. Alleato alla finestra è Idea con Giuseppe Pernice, Michele Beneventi e Tonino Di Giuseppe, altro ex PD. Resta in piedi la scelta esterna sull’assessore al bilancio.

Da capire le mosse di Forza Italia, dove Fernando Picerni, consigliere uscente eletto anche in Provincia, punterebbe al ruolo di presidente dell’assemblea comunale. Gli altri consiglieri azzurri sono Fabio Dapoto e Matteo Restaino. Assessore a sorpresa potrebbe essere Antonio Vigilante di Lista civica per la città, alla seconda esperienza da consigliere.

L’opposizione sarà invece chiamata al suo ruolo naturale. Tra i riconfermati: Bianca Andretta, candidata sindaca della coalizione di centrosinistra, Vincenzo Telesca e Roberto Falotico del Partito Democratico, Angela Blasi per Insieme per Bianca, Francesco Flore di + Europa – Progetto Popolare e Rocco Pergola per La Potenza dei cittadini. Prima volta per Valerio Tramutoli, candidato sindaco della coalizione Basilicata possibile insieme a Francesco Casella, Angela Fuggetta e Francesco Giuzio per Basilicata possibile. Neo consiglieri anche Pierluigi Smaldone di Potenza città giardino ed il candidato sindaco del Movimento 5 Stelle, Marco Falconeri.

Questo mentre le dimissioni da segretario del PD lucano di Mario Polese hanno aperto gli scenari congressuali. A cascata, il componente della commissione di garanzia regionale, Carmine Croce, si è scagliato contro il segretario di Potenza, Donato Pessolano. Panni sporchi da lavare in casa dopo la debacle elettorale per ripartire con “nuove idee – ha detto – linfa ed entusiasmo”.

Share Button