Il punto sulle candidature alle comunali di Potenza (a pochi giorni dalla consegna delle liste)

Non è ancora sciolto del tutto il rebus candidature a sindaco per le elezioni amministrative a Potenza del prossimo 26 maggio. Entro mezzogiorno di sabato bisognerà consegnare le liste ufficiali

Intanto, venuto meno l’appoggio dietro le quinte di Articolo Uno, sul palcoscenico e con il cerino in mano resta il primo cittadino uscente Dario De Luca. Da settimane al lavoro con assessori e consiglieri uscenti per costruire una discesa in campo “civica”, l’ingegnere dovrà chiarire la sua scelta entro le prossime ore, messo da parte durante le interlocuzioni del tavolo di centrosinistra con scelta di Roberto Speranza appoggiata dagli alleati, in testa il Partito Democratico, virata su Bianca Andretta. La consigliera comunale uscente, avvocato eletto nel 2014 di chiara appartenenza a sinistra, sarà il collante della coalizione.

Se la vedrà, in particolare, con la coalizione di centrodestra che vede candidato sindaco il giovane libero professionista Mario Guarente, leghista e che ha già scelto gli uomini e le donne a supporto per tentare la scalata “al primo turno – aveva ammesso durante la presentazione alla stampa – senza passare per il ballottaggio” al palazzo di piazza Matteotti.

In queste ore si rincorrono le voci di un sostegno – avallato anche sulle dinamiche parlamentari – di Salvatore Caiata, eletto nel Movimento 5 Stelle ed oggi nel Gruppo Misto dove ha fondato il gruppo Sogno Italia: luogo di ritrovo di molti transfughi grillini e che farebbero gola a Matteo Salvini per avere i numeri di maggioranza.

Altri candidati ormai ufficiali sono il professore universitario Valerio Tramutoli per La Basilicata Possibile e sempre in attesa di annuncio ufficiale Marco Falconeri per il Movimento 5 Stelle.

Share Button