Amministrative. Fitte interlocuzioni nel Csx sull’ipotesi del sostegno al De Luca bis

E’ una corsa contro il tempo per trovare un accordo sull’unità del centrosinistra verso le elezioni amministrative a Potenza.

Senza una posizione precisa i tavoli allargati nel weekend, dove si è discusso in primis del nodo De Luca: il sindaco uscente, ormai pronto all’ufficialità della ricandidatura con liste civiche a supporto, avrebbe già ottenuto il beneplacito di Roberto Speranza con mal di pancia di una parte del Partito Democratico, diviso al suo interno e che riunisce in giornata gli organi provinciali per un punto della situazione anche sugli altri comuni al voto il prossimo 26 maggio.

In quella data vi saranno anche le elezioni europee, dove PD e Articolo Uno andranno a braccetto, ragione per cui si punta ad un accordo locale che riguarda in primis il capoluogo.

Due le alternative: convincere fino all’ultimo il docente Valerio Tramutoli, già in campo come candidato sindaco per La Basilicata Possibile e che ha detto di non voler fare da collante, oppure optare per un altro membro della Giunta comunale uscente vicino a De Luca, con indiscrezioni confermate dall’interessato che portato all’assessore al Bilancio, Luigi Vergari.

Il tempo stringe. Intanto, lavoro sul programma nel centrodestra con il candidato sindaco Mario Guarente. Attesa dell’ufficializzazione del risultato, invece, nel Movimento 5 Stelle con il vincitore delle primarie che a meno di sorprese sarà il libero professionista Marco Falconeri.

Share Button