- trmtv - http://www.trmtv.it/home -

Regionali Basilicata. A dieci giorni dal voto il punto degli opposti schieramenti in campo

“La Lucania ha tutto: dovrebbe essere una delle regioni più ricche. Io dico agli italiani, come si fa a dirsi italiano vero senza aver visto Matera? Mette i brividi. Deve attrarre più turisti ma servono più infrastrutture”.

Lo ha detto il presidente di Forza Italia, Silvio Berlusconi, ai microfoni di Mattino 5, in vista del voto regionale in Basilicata del 24 marzo. Il leader azzurro ha invitato a “cambiare governo” grazie alla scelta precisa di candidati non politici di professione ma “persone – ha detto – che hanno saputo dimostrare di saper raggiungere i loro obbiettivi concreti. Abbiamo scelto un Generale, Bardi,” definito “baluardo di legalità di cui la Lucania ha enorme bisogno.” Nelle prossime ore presentazione della lista del Presidente Bardi al Grande Albergo di Potenza, mentre nella coalizione visita nell’area sud lucana della leader di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni, in mattinata a Maratea e serale a Rivello e Lauria.

Sarà un magistrato, in servizio presso gli uffici giudiziari di Potenza, l’assessore designato alla sanità, del Movimento 5 Stelle. Lo ha annunciato il candidato governatore, Antonio Mattia, a Matera nella sede di Via Lucana per presentare il programma regionale Sanità e il gruppo di eccellenze del mondo sanitario che lo coadiuveranno. “Se vinceremo – ha spiegato – la sanità diventerà un punto fermo della nostra azione politica. Negli ultimi anni, nonostante ci siano professionalità sul territorio, non ha funzionato l’organizzazione sul territorio”. Annunciato l’arrivo del vicepremier, Luigi Di Maio, in mattinata nella Città dei Sassi in visita presso una azienda e nel pomeriggio a Policoro. Sabato attesa sul teritorio la Ministra alla Salute, Giulia Grillo.

Nel centrosinistra, il candidato presidente, Carlo Trerotola, ha preso parte alla presentazione della lista del Partito Socialista Italiano con partecipazione del segretario nazionale, Riccardo Nencini: “Abbiamo una storia politica regonale ben radicata – ha dichiarato insieme al segretario lucano, Livio Valvano. Il buon governo è la soluzione, come sul tema ambientale con l’assessore uscente, i veri nemici sono astensionismo ed il centrodestra.”

“La Basilicata Possibile attuerà un Piano energetico a modello invertito, dove ai pochi ‘commercianti di energia’, si sostituiscano tanti micro-produttori che attraverso un più moderno ed efficiente modello di ‘conto energia’, traggano vantaggio per sè e per l’ambiente e cedano anche energia alla rete”. Lo ha detto, in una dichiarazione, Valerio Tramutoli, candidato presidente della Regione Basilicata per “La Basilicata Possibile”.

Share Button