Fratelli d’Italia Basilicata presenta la Legge sulla sicurezza regionale

Un “pacchetto” di norme – per contrastare e prevenire la criminalità in Basilicata, per il sostegno alle vittime dei reati di tipo mafioso e della criminalità comune, per il controllo del territorio e per la diffusione della cultura della legalità e della convivenza civile – è stato presentato stamani, a Potenza, nel corso di una conferenza stampa, dal consigliere regionale Gianni Rosa (Fdi).

La legge regionale su “Interventi regionali per la prevenzione e il contrasto della criminalità”, già approvata dal Consiglio, prevede tra l’altro la riqualificazione delle aree degradate e l’installazione di sistemi di videosorveglianza, la riqualificazione di spazi pubblici e il rafforzamento della prevenzione sociale, la promozione di campagne sulla legalità nelle scuole, la tutela delle fasce deboli, e l’assistenza alle vittime di reati nei procedimenti penali (anche “per i cittadini che, vittime di un delitto contro il patrimonio o contro la persona – secondo quanto scritto nell’articolo 7 – siano accusati di aver commesso un delitto per eccesso colposo in legittima difesa, ovvero assolti per la sussistenza dell’esimente della legittima difesa, per i reati dal 1 gennaio 2019”).

“E’ una legge – ha detto Rosa – che non serve solo a prevenire la criminalità, ma ha anche un aspetto economico in quanto un territorio sicuro favorisce l’insediamento di nuove imprese e quindi nuovi posti di lavoro. Abbiamo approvato un testo che, per il momento, ha una minima copertura economica: sarà il prossimo Consiglio a decidere i nuovi fondi in base alle necessità, nell’ottica di una nostra previsione di una media di un milione l’anno”.

Share Button