Total, si passa dal cantiere alla produzione. Cifarelli: “fase lavorativa delicata ma fatti passi avanti”

Abbiamo stabilito come andare avanti sia nella fase di demobilitazione del cantiere, sia nella fase di avvio della gestione del centro. L’obiettivo e’ quello di rendere questo passaggio il meno doloroso possibile”. Così l’Assessore alle attività produttive della Regione Basilicata, Roberto Cifarelli – all’indomani degli accordi presi nei giorni 5 e 6 novembre con Total, parti sindacali e Tecninont sulla questione lavorativa apertasi sul nascente centro oli di Corleto Perticara, dove, gli operai impegnati, fino ad ora, nella fase cantieristica, chiedono continuità lavorativa con l’avvio imminente delle attività produttive della multinazionale francese. “E’ una fase molto delicata – ha detto Cifarelli – perchè parliamo della sostituzione di quei 3000 operai circa, che sono stati impegnati, fino ad ora, nella fase di costruzione del centro, la quale prevedeva l’impiego di manodopera prevalentemente di tipo edile. Adesso servono profili di diversa natura – ha ricordato  – quindi l’intesa sottoscritta il 5 novembre va nella direzione della formazione della manodopera con queste persone e della creazione di un database, un elenco, dal quale le nuove imprese, (quelle per conto di Total e Total direttamente), attingerà per la gestione del centro. Faremo in modo che questa fase di passaggio sia la meno dolorosa possibile. In questo contesto, si è inserita anche la vertenza sulla sicurezza – ha sottolineato Cifarelli – che è stato il primo test di tenuta di questo accordo, sottoscritto il 5 novembre”; sono state aperte 73 procedure di licenziamento per gli addetti alla vigilanza nel cantiere, da parte delle società che, dopo la naturale scadenza del contratto, non gestiranno più il servizio. “Abbiamo costituito, anche in questo caso – ha evidenziato Cifarelli – un database degli addetti alla sicurezza al quale potrà attingere la società che per conto di Total sarà contrattualizzata per la gestione del centro. Insomma, una trattativa complicata ma ritengo – ha concluso – che abbiam fatto un buon passo avanti per quello che sarà il contratto di sito di Tempa Rossa”.

Share Button