Legge elettorale lucana modificata in Commissione, poi in Consiglio per il via libera

Mentre la Consiliatura regionale lucana si avvia al termine naturale sul fronte amministrativo è scattato il conto alla rovescia per l’approvazione dei provvedimenti più importanti.

Uno di questi, dopo i rilievi sollevati dal Viminale su quattro punti del testo, è certamente rappresentato dalla “nuova” legge elettorale regionale.

Il primo passaggio cruciale è stato quello in prima commissione permanente dove sono state approvate a maggioranza le proposte di modifica sul “Sistema di elezione del presidente della giunta e dei consiglieri regionali” presentate dal presidente dell’assemblea, Vito Santarsiero.

Nel corso della riunione Santarsiero e il direttore generale dell’ente Domenico Tripaldi hanno illustrato le tre principali modifiche.

La prima riguarda le modalità di sostituzione del candidato presidente della coalizione classificatasi seconda, in caso di dimissioni o impedimento: il seggio “è assegnato con la regola dei maggiori resti tra i candidati al Consiglio regionale alla lista circoscrizionale cui è stato sottratto”.

Per quanto riguarda la Consulta di garanzia, la Commissione ha deciso di eliminare dal testo ogni riferimento a questo organismo, in attesa della legge che lo istituirà, stabilendone i compiti, e di stabilire che l’ufficio centrale circoscrizionale “è costituito presso il Tribunale di ciascun capoluogo”, mentre l’ufficio centrale regionale “è costituito presso la Corte d’Appello del capoluogo”.

Quanto alla clausola di sbarramento, fissata al 3% per le liste che non fanno parte di coalizioni, si chiarisce che “sono ammesse all’assegnazione dei seggi le liste circoscrizionali o gruppi di liste circoscrizionali che abbiano ottenuto, nell’intera regione, almeno il quattro per cento dei voti validi, anche se facenti parte di coalizioni che abbiano ottenuto, nell’intera regione, meno dell’otto per cento dei voti validi”.

Ora si attende il passaggio definitivo nella prossima seduta del consiglio regionale inizialmente prevista giovedì 27 settembre alle ore 11.30 poi rinviata alle 15.00 di martedì 2 ottobre.

Share Button