Regionali 2018 in Basilicata: lite in casa Lega; rischio slittamento elezioni a Gennaio 2019

Una tempesta si abbatte in casa Lega, e di riflesso anche nel centrodestra lucano. Sembra che non scorra buon sangue tra il segretario regionale della Lega Antonio Cappiello e il sindaco di Tolve nonché senatore Paquale Pepe, dopo le recenti dichiarazioni di Cappiello. Quest’ultimo in diverse interviste, come si legge da alcuni quotidiani, avrebbe legato quello che ormai è un caso lucano ovvero l’eolico selvaggio, direttamente con Tolve ed estesosi per rapporti politici tra sindaci, fino a Balvano. Il segretario regionale ha quasi dipinto il senatore Pepe come un difensore della lobby dell’eolico, posizione che sarebbe accentuata da una possibile candidatura alle regionali dello stesso Pepe – ha detto Cappiello. Senza se e senza ma, Pepe sta pensando di passare alla carte bollate per rispondere al segretario, poiché è stata messa in discussione la mia onorabilità- ha detto.I 4 parchi eolici che sono in fase di realizzazione a Tolve, sono il risultato della volontà dell’ex amministrazione Viggiano, e le delibere che hanno autorizzato l’iter di costruzione, non sono mai state messe in discussione.  Il contrasto tra i due antagonisti nasce anche da una diversa visione strategica per le regionali, dato che Cappiello preferisce una Lega solitaria, e dall’altro Pepe preferirebbe una coalizione più ampia con tutti gli attori del centrodestra. In entrambi i casi ognuno dei due vorrebbe ricoprire forse il ruolo di candidato presidente al prossimo importante appuntamento elettorale che pare potrebbe slittare addirittura a Gennaio 2019. Alcune indiscrezioni rivelano che i vertici regionali avrebbero iniziato un’interlocuzione con il Prefetto di Potenza e il ministero dell’interno per slittare di qualche mese il rinnovo dell’assise regionale, a causa della macchina burocratica che non sarebbe pronta a Novembre per via della nuova legge elettorale approvata qualche settimana fa. Si allungano i tempi quindi, e qui tutto a favore del centrosinistra che sta ancora meditando sul da farsi, aspettando la decisione della Cassazione per la revoca degli arresti domiciliari del Presidente Pittella attesa per Settembre.  Gli unici già sul pezzo sono i 5 stelle che hanno già iniziato il tour per le regionali e che in queste ore per mano o meglio penna del parlamentare Luciano Cillis attaccata l’assessore all’agricoltura della Regione Basilicata Luca Braia, contestandogli la poca attenzione su diversi temi citati in un lungo elenco. Una situazione quindi a livello politico non poco confusa e questo non fa altro che allontanare gli elettori dalla cabina elettorale.

Share Button