Raduno giovani lucani: firmato “l’impegno per la Basilicata” tra giovani e istituzioni.

Oltre 100 giovani provenienti da tutte le aree della Regione Basilicata, si sono riuniti a Miglionico per il primo raduno informale dei giovani lucani, conclusosi con il momento solenne della firma di un documento programmatico “Impegno per la Basiliacata” per immaginare la Basilicata quale terra più a misura di giovani. Alla firma hanno partecipato anche diversi rappresentanti delle istituzioni regionali. Dall’assessore al ramo Roberto Cifarelli, con diversi consiglieri regionali e sindaci lucani.Un momento indimenticabile e unico nel suo genere, che sicuramente si riproporrà ogni anno per i prossimi anni, per rispondere al grande bisogno espresso dai giovani lucani di incontrarsi e non sentirsi più isolati.Il raduno ha rappresentato un modo nuovo per coinvolgere la politica e tutti gli attori coinvolti nel renderli consapevoli delle enormi difficoltà che vivono le nuove generazioni lucane, che si sentono sfiduciate e che non riescono a comprendere in che modo possono restare o tornare in Basilicata. Dal raduno sono emerse tantissime proposte e progettualità che potrebbero dar sfogo alla creatività e all’attivismo giovanile lucano. Serve attivare una nuova stagione di politiche giovanili in Basilicata – è stato detto durante l’incontro- recuperando quanto di meglio ha fatto la regione nel primo decennio degli anni 2000 e seguendo le linee programmatiche della nuova “Strategia Europea per la Gioventù 2019-2027”, che raccomanda di concentrarsi sul coinvolgimento maggiore dei giovani nella vita amministrativa e politica dei territori, che finanzierà azioni di “animazione socioeducativa” nei Paesi partner, attraverso attività sociali, culturali, educative, sportive e che avvicinino i giovani alla politica e all’arte di amministrare. Il viaggio dei ragazzi di Generazione Lucana è solo all’inizio: Insieme con i giovani lucani si sono posti diversi obbiettivi:In primis quello di far firmare l’“Impegno per la Basilicata” a tutti gli attori coinvolti per rendere consapevole la regione di cosa serve mettere in campo per valorizzare davvero le giovani menti lucane in sede e fuori sede, anche se è già possibile firmare online il documento sul sito: www.generazionelucana.it; allargare la rete di “Generazione Lucana”
; reperire risorse aggiuntive attraverso la creazione di progetti pilota
; creare una piattaforma di progettazione condivisa su cui i giovani lucani potranno presentare progetti di utilità sociale e su cui investire;

Da settembre ricomincerà una nuova fase di progettazione e di nuovi incontri sul territorio regionale per incontrare quei giovani e quelle istituzioni che non sono stati presenti al raduno, rendendoli consapevoli del nuovo percorso che è stato intrapreso dal 28 e 29 Luglio 2018 e partecipi di un nuova fase sulle politiche giovanili.

 

 

Share Button