Rom. Roberto Speranza denuncia Matteo Salvini per istigazione all’odio razziale

In questi giorni è polemica dopo le iniziative annunciate dal ministro dell’Interno Matteo Salvini che ieri ha detto “al Ministero mi sto facendo preparare un dossier sulla questione rom in Italia, perché dopo Maroni non si è fatto più nulla, ed è il caos”.

Salvini ha parlato di “una ricognizione sui rom in Italia per vedere chi, come, quanti”, ossia “rifacendo quello che fu definito il censimento, facciamo un’anagrafe”. Per Salvini, gli stranieri irregolari andranno “espulsi” con accordi fra Stati, ma “i rom italiani purtroppo te li devi tenere a casa”.

L’Unione europea oggi però ha ribadito che “è super-chiaro che non è legale” espellere un cittadino comunitario sulla base della sua etnia. Ma il ministro italiano ha replicato deciso che sul censimento “non mollo e vado dritto. Prima gli
italiani e la loro sicurezza” attirandosi le critiche, tra gli altri anche del commissario Moscovici che però si rivolge agli altri Stati dell’unione “non possono lasciare l’Italia da sola”.

E’ recente la notizia di due immigrati, provenienti dal Mali, che hanno denunciato alla Polizia di essere stati raggiunti da colpi di pistola ad aria compressa sparati da tre ragazzi che gridavano “Salvini, Salvini!”. Uno dei due stranieri sarebbe rimasto ferito. Il fatto si sarebbe verificato l’11 giugno scorso ma è stato denunciato solo oggi.

In questo contesto si inserisce l’iniziativa che ha deciso di assumere il lucano Roberto Speranza, deputato di Liberi e Uguali e coordinatore nazionale di Articolo Uno – Mdp che ha deciso di denunciare Salvini per istigazione all’odio razziale: “Ora basta” dichiara Speranza “Salvini insiste anche oggi con il censimento dei Rom. Per me non bastano più le parole. Per questo ho deciso di denunciare il ministro ai sensi della legge Mancino 654/75”.

Share Button