Consultazioni al Quirinale. Salvini: faremo di tutto per un Governo che duri 5 anni

La delegazione PD dopo le consultazioni al Colle

Con l’arrivo della delegazione del Pd al Quirinale si è aperta la seconda giornata di consultazioni con il presidente della Repubblica Sergio Mattarella. Il reggente del Pd, Maurizio Martina, ribadisce la linea ufficiale del partito “l’esito elettorale non ci consente di formulare ipotesi di governo che ci riguardino” afferma e invita chi ha vinto le elezioni a “farsi carico della responsabilità” di governare.

La giornata prosegue densa di colloqui a ritmo serrato con tutte le principali forze politiche. Dopo i Democratici è toccato a Forza Italia con Silvio Berlusconi e le capogruppo Bernini e Gelmini. Il capo di Forza Italia ha rimarcato la necessità di un “Governo di alto profilo: no a populismi e dilettantismi”.

Per ultimo il leader della Lega che ha detto ‘no ad un governo a termine’ spiegando che ‘andiamo in Parlamento se abbiamo numeri certi’ e proponendo un esecutivo ‘che duri 5 anni’ e ‘che parta dal centrodestra coinvolgendo il M5s’. Ma nessun patto con Di Maio.

Questa seconda giornata si chiuderà alle 16.30 con il M5s rappresentato dal capo politico Luigi Di Maio. Salvini ammette: “Situazione di stallo. Tutti sono fermi sulle loro posizioni e se nessuno si muove si va a votare”.

Share Button