Al via la 18esima legislatura con l’elezione dei presidenti dei due rami del parlamento

“Servono rispetto per il voto e fiducia nel Colle” dice il presidente emerito Giorgio Napolitano, aprendo la seduta
a Palazzo Madama. “Il risultato delle elezioni” ha poi detto Napolitano che ha presieduto la seduta in quanto membro più anziano “ha mostrato quanto poco avesse convinto l’auto-esaltazione di governi e partiti di maggioranza”. I

n questo senso il voto del 4 marzo ha rappresentato un netto spartiacque nella scena politica, “coi vecchi partiti ormai lontani dagli italiani anche a causa dei gruppi di governo condannati per clientelismo e corruzione”.

I voti per l’elezione dei presidenti di Senato e Camera sono andati avanti ma da subito il negoziato tra i partiti è nel caos, con il M5s che rivendica la poltrona più alta di Montecitorio ma rifiuta di parlarne con Berlusconi e respinge la candidatura dell’azzurro Romani per il Senato. Salvini punta alla candidatura a premier, ma deve prima tenere unito il centrodestra.

TRM Network sta seguendo i lavori fuori e dentro le aule, registrando i commenti dei parlamentari di Puglia e Basilicata, sul canale YouTube nell’apposita playlist le interviste a deputati e senatori.

Share Button