Taranto ha sei parlamentari, quattro sono 5stelle

Il consiglio comunale che salta per mancanza di numero legale, “assente buona parte della maggioranza” scrive su Facebook il consigliere di opposizione Vincenzo Fornaro, appare come ulteriore segno di smarrimento del centrosinistra dopo gli esiti delle politiche. Assenti tra gli altri il sindaco Rinaldo Melucci, ed il presidente del consiglio comunale Lucio Lonoce, candidato alla Camera. “Accetto il risultato ma non cambio il mio modo di fare politica”, commenta alla Gazzetta il magro 15,9%.

111.763 grazie arrivano, solo tramite social (continua infatti il silenzio stampa dei cinque stelle) dal neo senatore Mario Turco, docente all’Università del salento. Al Senato, eletto con il 20%, anche Luigi Vitali, già coordinatore regionale Forza Italia. Per il Partito Democratico ce la fa Dario Stefàno.

Alla Camera stravince col Movimento cinque stelle la giornalista tarantina Rosalba De Giorgi, con il 47,7%. E ce la fanno anche gli altri due pentastellati Alessandra Ermellino e Giovanni Vianello. Una squadra che vanta anche l’elezione del grottagliese Gianpaolo Cassese che stravince sul candidato di centro destra Gianfranco Chiarelli, fuori dal Parlamento, e sul candidato del centro sinistra Donato Pentassuglia, consigliere regionale. Nuovo parlamentare alla Camera, unico per il Partito Democratico; Ubaldo Pagano, segretario del Pd di Bari, e dalla città metropolitana imposto per i militanti tarantini che occuparono la sede di partito contestando la candidatura.

Da segnalare per Taranto anche il risultato dei Cito. Antonella, figlia di Giancarlo, consigliera comunale e candidata con Forza nuova, non supera l’1,3%. Una doccia fredda per loro che si aspettavano di raggiungere almeno il 4%. Evidentemente i sostenitori di Cito sono stati incanalati dalla Lega: stessa linea, ma avrà attratto forse la scala nazionale del partito.

Share Button