- trmtv - http://www.trmtv.it/home -

Taranto “martoriata”, Liviano sbotta con Emiliano: “Non solo Ilva, più fondi per diversificare”

Gianni Liviano – Consigliere Regionale Puglia

“Ti scrivo da tarantino e da consigliere regionale della tua maggioranza”. Attacca così la lettera inviata da Gianni Liviano al presidente della Regione Puglia Michele Emiliano.

Ed il legame al territorio, “martoriato” scrive Liviano, ha la priorità sul ruolo politico: “E’ passato ormai un mese dall’approvazione della legge per Taranto” la quale solo quattro ne prevede per l’elaborazione del piano strategico. Eppure, “nulla ancora è stato fatto in questo senso. Per non parlare dell’assoluta assenza di coordinamento con il tavolo Cis (Contratto istituzionale di sviluppo) come se su più tavoli si progettasse il futuro di una comunità senza che gli uni sappiano e prendano in considerazione ciò che stanno facendo gli altri”.

“Interdetto” Liviano anche per l’esclusione di Taranto dalla delibera sui cammini delle vie francigene. “Interdetto”, ancora, per “il fatto che la Regione Puglia abbia rigettato la richiesta di finanziamento per 21.000 euro dell’ istituto di storia Archeologia Magna Grecia finalizzato all’organizzazione del 58mo Congresso sulla Magna grecia che, detto per inciso – sottolinea il consigliere – gode dell’alto patrocinio della presidenza della repubblica”.

“Mille le richieste inevase”, insomma, per Liviano: “Finanziamenti in bilancio stanziati, ma mai erogati; disagi della comunità molto evidenti (penso alle carenze della sanità, all’impraticabilità del pronto soccorso, alle annunciate assunzioni all’arpa cui non è mai stato dato alcun seguito concreto)”.

Uno sfogo cui, almeno per ora, non è giunta risposta da Emiliano.

Bene l’amore tanto annunciato per Taranto dal presidente – conclude il consigliere regionale– ma l’impegno non sia solo legato alla vicenda Ilva. Servono fondi, aiuti concreti, per diversificare l’economia.

Share Button