Basilicata 2017. Pittella: vorrei ricandidarmi governatore, ma se il PD chiede per marzo…

“Il prezzo dell’emergenza e il prezzo della visione”. Questo il sunto espresso in conferenza stampa da parte del governatore lucano, Pittella, dinanzi ai giornalisti per esporre gli ultimi 12 mesi di lavoro e con traccia per il 2018.
Rivendicata l’azione di governo sul fronte finanziario e con decisioni amministrative in capitoli fondamentali per la vita territoriale: occupazione ad iniziare dall’automotive con l’FCA, il cui destino sarà oggetto di un tavolo nazionale, investimenti in innovazione su industria 4.0, sanità con i presidi rimasti aperti e riorganizzati nonostante i tagli, e naturalmente l’ambiente.

Sul petrolio, confermata la richiesta di risarcimento per 100 mln di euro nei confronti delle compagnie, motivato anche dal danno d’immagine, per via del mancato introito delle royalties causate dal fermo produttivo. Altre gioie dal turismo e l’agricoltura, di riflesso, le difficoltà in Basilicata vedono l’emigrazione di giovani cervelli e numeri importanti sulla povertà sociale.

Tanto si è fatto, inoltre, su Matera 2019 ma oltre i progetti realizzati, chiesto a più voci uno sforzo sul piano delle infrastrutture e sulla capacità di creare economia attraverso la cultura.

Sul piano politico, volontà di restare per un altro mandato ma se il Partito Democratico chiederà un impegno, pronto alla candidatura già per le elezioni del 4 marzo.

Share Button