Matera 2019, l’iniziativa “Mezzogiorno, tra arte e cultura” di NovAurora

Giovani e innovazione al centro del congresso di caratura nazionale “Il mezzogiorno tra arte e cultura”, organizzato meritoriamente da NovAurora associazione materana di recente costituzione composta da giovani tutti sotto i trent’anni. “Matera capitale europea della cultura per il 2019 non è per una singola città o per una singola regione – ha detto Eustachio Cuscianna uno dei co – founder del sodalizio; è per il sistema paese Italia. Se cresce il sud, cresce l’Italia. Il mezzogiorno ha bisogno di qualità, concretezza e cultura per attrarre investimenti. Il nostro obiettivo è quello di porci in relazione con le varie università che sono il perno del nostro meridione al fine di accrescere non solo l’ambito culturale ma anche quello sociale e di vita”. E’ una città – ha detto Enzo Acito Assessore all’innovazione tecnologica del Comune di Matera – che sta puntando moltissimo sulla innovazione e sulla ricerca; su quelle imprese cioè che potrebbe dare un grandissimo impulso allo sviluppo e all’attrazione turistica della città. Crediamo che la crescita, il potenziamento delle imprese culturali e delle imprese Creative possa diventare un elemento formidabile per lo sviluppo economico della città. L’8 novembre alla presenza del sottosegretario Giacomelli e di un parterre di altissimo profilo le imprese aggiudicatarie del bando del 5 g presenteranno alla città i contenuti del progetto e da lì partirà tutta la fase dell’Innovazione che ha dentro anche altri elementi. “L’università – ha aggiunto il rettore dell’università di Bari Antonio Uricchio – non è più autoreferenziale e confinata nell’ambito dei propri saperi ma è chiamata ad un ruolo pro attivo e di forte sinergia e di collaborazione. Sono tantissime le attività che abbiamo messo in campo insieme anche a percorsi di studio sia superiore che di master”.

Share Button