PD Basilicata verso il congresso. Lacorazza ricorre alla commissione nazionale

Per il consigliere regionale ed esponente dell’area “Fronte democratico” l’iter verso il congresso deve rispettare lo Statuto mentre invece ci sarebbe “un inconfutabile atto di violazione”

“Da 20 mesi” ha dichiara l’ex presidente dell’assemblea lucana “non abbiamo un segretario regionale, da qualche mese non ci sono più i segretari provinciali e ci si avvia ad un congresso regionale con una lettera inviata ai segretari di circolo da parte del responsabile dell’organizzazione del Pd nazionale”.

Secondo Lacorazza, “questo inconfutabile atto di violazione delle regole statutarie non è solo irriguardoso verso elettori ed iscritti al Pd di Basilicata ma evidenzia, se ce ne fosse bisogno, anche una modalità di gestione politica che non aiuta a valorizzare il pluralismo nell’unità. Per 20 mesi nulla è stato fatto dal partito nazionale e adesso si convoca un congresso senza seguire la procedura corretta e nel frattempo si distribuiscono le tessere senza aver nessun organismo regionale e provinciale che garantisca la trasparenza di queste operazioni”. “Le regole – ha proseguito – sono importanti ma molto di più la politica. Avremmo voluto evitare il ricorso ma nessuna risposta è giunta alla nostra richiesta di chiarimento. Ci auguriamo che la Commissione nazionale di Garanzia discuta al più presto del ricorso presentato e faccia piena luce sul rispetto del nostro Statuto. Lunedì – ha concluso Lacorazza – l’assemblea di Fronte Democratico di Basilicata si riunirà per valutare eventuali iniziative”.

Share Button