- trmtv - http://www.trmtv.it/home -

Elezioni comunali in Puglia. I risultati definitivi

Elezioni amministrative in Puglia. 55 i Comuni chiamati al voto per rinnovare la carica di primo cittadino e dei consiglieri comunali. Anche in Puglia così come a livello nazionale, il M5S rimane fuori da tutti i grandi ballottaggi e ritorna il bipolarismo.

E’ il caso di Molfetta, dove l’ex sindaco Tommaso Minervini ha sfiorato l’elezione al primo turno con oltre il 45% dei consensi, prendendo però mille voti in meno della somma delle liste che lo appoggiavano. Sfiderà il 25 giugno Isabella De Bari, del centrodestra, che ha mancato di poco quota 30%.

Anche il Comune di Giovinazzo al ballottaggio: il sindaco uscente Tommaso Depalma ha ottenuto il 43.98% dei voti, e sfiderà il 25 giugno Daniele De Gennaro, sorretto da liste civiche di centrosinistra, che al primo turno ha preso il 29,48%.

Sfida a due anche a Terlizzi, dove dopo cinque anni di governo, Ninni Gemmato si conferma in testa con il 43,35% dei voti davanti a Pasquale Vitagliano di Comunità Civica con il 28,66%.

Vince invece al primo turno a Bitonto il sindaco uscente Michele Abbaticchio, sfondando quota 60% .

Ad Alberobello riconfermato Michele Maria Longo con il 40,7%. Cassano delle Murge ha scelto una donna: la sindaca è Maria Pia Di Medio. A Polignano a Mare Domenico Vitto del Pad ottiene la riconferma. A Sammichele di Bari eletto Lorenzo Netti al primo turno.

Nella Bat, a Canosa il risultato parziale vede il fittiano Sabino Silvestri conquistare il 45,68% dei consensi, seguito dal candidato M5S Roberto Morra. Mentre a San Ferdinando di Puglia, il sindaco Salvatore Puttilli è stato eletto al primo turno con il 51,40%.

A Taranto in testa ci sono Stefania Baldassari al 22,27% (centrodestra) e Rinaldo Melucci (centrosinistra) al 18%. Male il candidato di Grillo e l’ex procuratore Franco Sebastio.

Nel tarantino, al voto anche Castellaneta, dove è stato rieletto Giovanni Gugliotti al primo turno con oltre il 60% dei consensi.

Anche a Lecce in testa c’è il candidato del centrodestra, il giornalista di Porta a Porta Mauro Giliberiti che se la vedrà al secondo turno con Carlo Salvemini al 29% e sostenuto dal Pd.

Nel leccese, oltre al capoluogo altri venti i Comuni al voto. I risultati definitivi più significativi sono quelli arrivati dalla costa adriatica, al centro di due importanti fatti di cronaca: la rivolta contro la Tap e il sequestro del Twiga.

A Otranto vince Pierpaolo Cariddi, fratello del sindaco uscente Luciano. A Melendugno, invece, epicentro della battaglia contro il gasdotto, premiato il sindaco uscente Marco Potì che ha coinvolto cento amministratori salentini nella rivolta contro Tap.

Share Button