Direzione PD, legge elettorale, voto anticipato. Il “palinsesto” politico dei prossimi mesi

Il giorno dopo la direzione PD, (direzione che secondo molti commentatori politici punta sempre più verso Arcore), Renzi inaugura la nuova campagna social del PD, che somiglia sempre più ad un vero e proprio palinsesto televisivo e transmediale.

Dai botta e risposta con gli utenti su Facebook (i #MatteoRisponde) alla Rassegna Stampa mattutina (ore nove), nel corso della quale in apertura di giornata sul voto anticipato tiene a sottolineare: “i giornali ne parlano ma in direzione PD non ne abbiamo discusso”.

Tutto vero, ma la tempistica stretta sull’approvazione della legge elettorale entro i primi di luglio (in accordo con Forza Italia e il Movimento 5 Stelle) conferma che nella testa di Renzi le urne sono lì il 24 settembre o poco dopo. Con buona pace di Gentiloni, di Andrea Orlando e del “critico dialogante” Michele Emiliano (“non faremo l’opposizione sul modello sinistra dem, con tutto il rispetto per Speranza e Bersani”).

Durante la riunione della Direzione, Matteo Renzi fa anche i nomi dei 12 membri della nuova segreteria politica del partito. Nessun Orlandiano, nessun Emiliano ma tra i dodici spunta il nome della fedelissima pugliese (renziana) e viceministro Mise, Teresa Bellanova. Forse anche per questo Renzi trova il tempo nel corso della replica di un’assunzione di responsabilità “Sull’Ilva è stato fatto un capolavoro nel recupero della situazione che era morta e decotta ma oggi i dati dicono che tantissime persone rischiano il posto e noi ce ne faremo carico”.

Share Button