Il presidente dell’ANCI Basilicata, Adduce, scrive al governatore Pittella

Lunedì scorso si è tenuto a Potenza il Consiglio Direttivo dell’Anci Basilicata allargato ai Sindaci lucani e agli Organismi associativi. Il Direttivo avendo dedicato particolare attenzione ai provvedimenti, contenuti nella legge regionale di bilancio 2017 , recentemente approvata dal Consiglio Regionale,ha avanzato delle proposte, tramite una lettera del suo presidente Salvatore Adduce, diretta al Presidente Regionale, Marcello Pittella. Nella lettera viene fatto riferimento allo stato della finanza degli Enti Locali che è notoriamente deficitario in considerazione dei “tagli lineari” e dal patto di stabilità imposti dalle manovre finanziarie dello Stato che a partire dal 2010 e almeno fino a tutto il 2015 hanno compromesso la tenuta stessa dei bilanci comunali ed imposto persino la soppressione di servizi essenziali. Su questo versante l’Anci ha apprezzato- si legge-la decisione della Regione di finanziare il Fondo di coesione per i piccoli comuni fino a 2.500 abitanti e richiede un rafforzamento del Fondo stesso con l’innalzamento a 3.000 abitanti del criterio per l’accesso al beneficio. Altre richieste che si leggono nella lettera sono di accelerare il processo di costruzione delle Unione dei Comuni e a tal proposito prevedere uno specifico finanziamento a sostegno della fase di start up delle Unioni; necessità del rimborso IVA anticipata dai Comuni per progetti realizzati a fine anno 2015 a valere sul PSR 2007/2013 e inoltre l’ istituzione e l’insediamento del Consiglio delle Autonomie Locali così come previsto dall’art. 78 che prevede l’espressione di parere tra l’altro “c) sul Piano strategico e sul Documento di economia e finanza regionale; d) su ogni provvedimento anche di carattere finanziario o di programmazione che interessi gli enti locali”.

Share Button