Consiglio Regionale lucano verso l’approvazione della manovra finanziaria

Dibattito acceso al Consiglio Regionale della Basilicata verso l’approvazione della manovra finanziaria 2017/2019. Giovedì scorso il via libera in commissione al bilancio di previsione pluriennale e Legge di stabilità 2017, e la relazione in assemblea del presidente della Giunta, Pittella, sul Documento Economico e Finanziario, “minato da 52 mln di euro di tagli nazionali – ha dichiarato – ma di prospettiva in un quadro regionale complicato su più fronti”.

Durante i lavori dell’assemblea, gli interventi dei consiglieri di minoranza hanno posto quale tema centrale la questione delle risorse da destinare alla governance. “Rinvenienti dai fondi comunitari e Patto per la Basilicata” – aveva già sottolineato Pittella, insieme alla comunicazione dei 40 mln di euro in meno nelle casse di Viale Verrastro dalle royalties petrolifere, a causa dello stop della produzione 2016 al Centro Olio dell’Eni in Val d’Agri.

Tra i banchi, maggioranza con il Partito Democratico a sostegno ma con invito ad accelerare l’azione di governo con responsabilità. Il capogruppo consiliare di Fratelli d’Italia, Rosa ha parlato dei ritardi sulla discussione del bilancio e del dato drammatico con riferimento a quanto destinato alle politiche di sviluppo che ha invece incrementato “quelle assistenziali”. Romaniello del Gruppo Misto ha evidenziato “un territorio minato dalla costante riduzione delle risorse a disposizione” mentre Pace ha usato toni fiduciosi verso il governo “impegnato – ha detto – per dare giustizia sociale”.

Nel PD, voce a parte quella di Lacorazza che ha motivato l’astensione al Def regionale ed il voto favorevole a bilancio e Legge di Stabilità. “Senza finanza non c’è governance – ha dichiarato – viviamo una rivoluzione spiaggiata.”

Il Consiglio tornerà a riunirsi domani per la discussione degli emendamenti ed il voto finale sui disegni di legge che compongono la manovra. Sarà una approvazione del bilancio dai contorni tecnici piuttosto che di sostanza. Come anticipato dal capogruppo di maggioranza, Cifarelli, a maggio e giugno prossimi ci sarà una nuova sessione di approfondimento.

Share Button