Consiglio regionale lucano. Maratona verso la manovra finanziaria

Entra nel vivo la “maratona primaverile” al Consiglio regionale della Basilicata per approvare la manovra finanziaria 2017/2019. Iter rinviato di alcune ore e che subirà una accelerata di pari passo con il lavoro in riunione congiunta delle Commissioni, convocate per la votazione sul disegno di legge riguardante il “Bilancio di previsione pluriennale”, posticipato per mancanza del parere dei Revisori dei Conti, e della sola seconda commissione che si esprimerà su altri documenti contabili, quali Legge di stabilità 2017 e Def.

Dal canto suo, in apertura di seduta, il parlamentino lucano ha visto la comunicazione del governatore Pittella sulla sospensione dell’attività al Centro Oli di Viggiano. Nel rimarcare i doveri secondo legge e le iniziative intraprese dalla Giunta, il presidente ha parlato delle diffide e della delibera con sospensione di 90 giorni inviata all’Eni, nei prossimi 20 giorni obbligata a inviare il piano di manutenzione straordinaria che dovrà essere valutato congiuntamente dall’Ufficio compatibilità ambientale della Regione, Arpab e Ispra. Nel quadro, ritenuto insoddisfacente, sull’attività di monitoraggio e bonifica a seguito del greggio fuoriuscito dal COVA e finito nella falda all’esterno dell’impianto, Pittella ha confermato l’ok del Ministro dell’Ambiente, Galletti, alla convocazione di un tavolo ad hoc per affrontare la questione a 360 gradi. Diversi i temi: tutela per cittadini e territorio, le conseguenze dello stop per maestranze dirette e indotto e porre la questione dell’ammodernamento del Centro Olio, il quale “si riavvierà – ha sottolineato Pittella – solo con il doppio fondo ai serbatoi”.

Il consigliere di Forza Italia Napoli ha chiesto copia dei documenti esaminati dalla Giunta, mentre Lacorazza del Partito Democratico ha chiesto l’avvio del dibattito per rendere note posizioni e motivazioni sulla scelta. Rinviata l’attesa discussione sui contratti derivati sottoscritti dalla Regione nel 2006.

Share Button