Amministrative Taranto, Pd all’opera per allargare la coalizione

Ancora in corso i lavori per definire il quadro politico a Taranto per le amministrative 2017. Poco più di due mesi e si andrà al voto. Eppure manca ancora l ufficialità per molti dei nomi dei candidati. Annunciato l’altro ieri Rinaldo Melucci per il Pd. Il presidente dello Ionian Shipping Consortium starebbe lavorando a una lista civica della quale non si conoscono per ora dettagli e componenti. Resta spaccato, contrariamente a quanto auspicato dal coordinatore provinciale Pd Costanzo Carrieri, il centrosinistra. “No a spacchettamenti”, aveva detto martedì, presentando Melucci. Ma Sds non fa alcun passo indietro circa la volontà di presentare il giudice Massimo Brandimarte. I centristi restano invece su Pino Lessa. In corso poi il confronto con Gianni Liviano, anche lui contrario alla frammentazione, ma aperto al dialogo con tutti e non esclusivamente con Melucci. Presenta intanto, affiancato da Dante Capriulo, 24 punti programmatici per Taranto, alcuni dei quali “indiscutibili”.

Spunta nel frattempo il nome di Emanuele Papalia, ex presidente della Confcommercio. Nulla di ufficiale ancora, ma fa sapere che si circonderebbe di persone preparate, estranee però alla politica. Nulla di certo, ma fa affiggere in giro per Taranto manifesti che parlano di cantieri da avviare in città.

Fin da subito ufficiale, tra le poche, e’ stata la candidatura di Vincenzo Fornaro per Taranto Respira.

Per il centrodestra si presenterà la direttrice del carcere Stefania Baldassari, l’ex dirigente provinciale Luigi Romandini con una sua lista.

Va avanti Floriana De Gennaro, uscita con forza dall’episodio dall’attentato incendiario al suo bar.

Quanto ai cinque stelle, potrebbe trapelare qualcosa sabato: il portavoce regionale Mario Conca sara’ a Taranto per parlare del piano di riordino ospedaliero.

Share Button