Matera, Consiglio Comunale: tiene la maggioranza

Matera. Tiene la maggioranza nel Consiglio Comunale di Matera. Lo ha dimostrato l’ultima seduta dell’assise cittadina con la votazione dei “dissidenti” in linea con i consiglieri di maggioranza.

Passaggio importante in apertura di seduta quando il consigliere Salvatore Adduce ha riaperto la questione sulla situazione in cui versa la città e l’Amministrazione. “C’è un’ obiettiva difficoltà di definire nuovamente un collante che possa completare la struttura di governo – ha risposto il sindaco – ma il governo esiste e va avanti – come dimostrano le 23 sedute delle Commissioni Consiliari”.

“Sotto il profilo politico il mio impegno non è solo quello di attiviare iniziative forti per la città, ma garantire a tutte le componenti del movimento che mi ha eletto la loro dignità nel governo, senza eliminazioni e sottrazioni. Detto questo il governo della città non è fermo. Determinante l’approvazione della legge sul Mezzogiorno; un emendamento è già passato; Matera è stata riconosciuta Area di zona ad economia speciale. Secondo la nostra visione l’area di riferimento saranno i Sassi dove sarà definito il ruolo della città sotto il profilo della produzione e della creatività grazie ai rapporti con Enel – che porterà la banda ultralarga – ed Enea.

Con Invitalia è stato messo a punto un progetto di fattibilità dei parchi tematici per la storia dell’uomo. Appaltati i lavori con i fondi di sviluppo e coesione. Ci sono stati momenti delicati e difficili , ma la macchina comunale non si è fermata. Tra qualche giorno partiranno i concorsi per l’assunzione di 29 unità nel Comune. Ultimo tassello sarà la ricompattezza del governo della città. C’è una piccola ferita in giunta che tengo viva perché il mio compito sarà risanarla”.

Approvati tutti i punti all’ordine del giorno: la nomina del Comitato di gestione dei nidi per l’infanzia su interrogazione dellla consigliera Antezza; l’ adesione alla dichiarazione 9 novembre 1989 – 25 marzo 2017 “No Europa dei muri. Costruiamo insieme la democrazia europea”; la modifica al regolamento del Consiglio Comunale sulla riduzione del numero dei Consiglieri e l’approvazione del regolamento sull’ adesione alla definizione agevolata delle entrate tributarie e delle sanzioni contestate per le violazioni del codice della strada.

Share Button