De Vincenti a Taranto su CIS e sanità: “Oltre 50 milioni per gli ospedali”

Doppio segnale concreto per il Sud: il primo tavolo per Claudio De Vincenti da ministro del Mezzogiorno a Taranto, e l’inaugurazione della Salerno-Reggio Calabria. Lo evidenzia lo stesso neo ministro nella conferenza a termine del tavolo in Prefettura a Taranto. Fa il punto sul CIS e sul piano sanitario. Sono già impiegati circa 400 milioni su 882. Iniziamo però dalla Sanità: “Oltre 50 milioni saranno messi in campo per dare la svolta, in termini di tecnologia e apparecchiature, alle strutture già esistenti (parliamo del Moscati in particolare), in attesa della realizzazione del San Cataldo”. Non sono i 50 milioni dell’emendamento dichiarato inammissibile dalla vecchia Commissione bilancio: conta che resti l’investimento. “Il Piano regionale invece va rivisto”, asserisce il ministro.

Torniamo al CIS. Ai tempi di cessione dell’Ilva: “Il ministro dell’ambiente darà, ormai a giorni, il parere che andrà prima ai commissari e poi alle cordate offerenti, le quali avranno 15 giorni per adeguare i piani. L’aggiudicazione, quindi, dovrebbe concludersi tra fine gennaio e i primi di febbraio. Ma il termine finale di trasferimento degli asset e di entrata in carica della nuova impresa è per la fine di giugno”. “Ilva deve rimanere – aggiunge – un grande gruppo siderurgico leader in Europa, garantendo totale tutela dell’ambiente e della salute”.

Si è discusso poi della proposta di Comune e Regione di realizzare la foresta urbana ai Tamburi, oltre a vari interventi urbanistici.

Quanto al Concorso di idee per la Città vecchia, il 15 marzo chiuderà la commissione di valutazione ed il 25 sarà la data della premiazione. Le idee saranno tutte esposte in una mostra.

Proseguono gli interventi al Porto. Sui lavoratori del Tct, sarà istituita con decreto legge entro fine anno, l’Agenzia per il loro reintegro, sia per Taranto che per Gioia Tauro. Formalizzate, poi, le intese per la valorizzazione turistica dell’Arsenale e per la trasparenza e la legalità. Passi significativi infine sono stati fatti in tema di bonifiche, sul mar Piccolo e non solo, secondo la relazione del commissario Vera Corbelli.

“Ricevuta ieri la telefonata da Emiliano – conclude sorridendo De Vincenti – è un segnale positivo, speriamo volto ad avviare, con questo Governo, un rapporto proficuo”. Staremo a vedere.

Share Button