La crisi politica al comune di Matera ad un bivio e posizioni che ancora non convergono

La crisi politica al comune di Matera ad un bivio e posizioni che ancora non convergono. Ad evidenziarlo due comunicato diffusi nella serata di mercoledì. Nel primo del comitato Matera 2020 si legge che il tavolo politico della maggioranza che ha eletto e che sostiene il Sindaco di Matera, Raffaello De Ruggieri, ha riconfermato fiducia e sostegno all’azione di governo nella contezza del lavoro svolto e degli obiettivi raggiunti e di quelli ancora da raggiungere. Pur consapevoli del pluralismo dialettico e delle identità politiche dei soggetti politici protagonisti del movimento Matera 2020, si legge in una nota, si è concordata una linea comune e condivisa che parte dal principio che l’unità della maggioranza non  necessariamente va ricercata nella rappresentanza all’interno della composizione dell’esecutivo cittadino. Tuttavia, nel rispetto di tali principi, si conclude, viene dato pieno mandato al Sindaco di ricercare ogni possibile intesa volta ad armonizzare ogni singola identità e sensibilità politica. In una nota diffusa successivamente, il gruppo di consiglieri composto da Angelo Tortorelli, Gaspare L’Episcopia, Angelo Lapolla, Rossella Rubino, Saverio Vizziello e Angelo Cotugno, nel prendere atto invece che al momento non c’é un accordo di maggioranza, ed auspicando che questa ritrovi una rinnovata compattezza, chiedono al Sindaco una giunta snella ed efficiente con sei assessori, il dimezzamento del costo dello staff ed un rigoroso crono – programma. “Il Sindaco rivendica le sue prerogative, concludono; le eserciti. Noi voteremo e proporremo in Consiglio quello che è utile per la città”.

Share Button