Referendum costituzionale: i commenti dell’assessore lucano, Luca Braia, e del consigliere regionale, Mario Polese

“Ci abbiamo creduto tanto, ma l’impegno non è stato premiato come avremmo voluto. Riprendiamo le attività con la consapevolezza di aver innestato il seme della democrazia e della partecipazione.
Il no è stato netto anche in Basilicata, ma voglio ringraziare i tanti lucani che si sono spesi con impegno e passione ed hanno raggiunto un piccolo risultato che non consola: la percentuale più alta di Sì tra le 5 regioni più a sud del paese. Ritorniamo al lavoro senza scoramento, ancora più determinati di prima perché la vera partita inizia adesso”.‎ Così si esprime il consigliere regionale lucano, Mario Polese, in merito all’esito del referendum costituzionale.
“Il vero leader è quello che anche quando ha una battuta d’arresto sa indicare la direzione di marcia e proporre un progetto di futuro della sua Comunità per il bene del paese, per realizzare il quale sono disposto come lui a spendermi totalmente, utilizzando sino all’ultima goccia della mia energia”. Così si esprime invece l’Assessore alle Politiche Agricole e Forestali della Regione Basilicata, Luca Braia che aggiunge: “Personalmente ho fatto la battaglia che volevo, lottando per trasformare, eliminando il parlamento più costoso e lento al mondo ed il Cnel, superare le Province,  e per rafforzare lo strumento del Referendum.” Poi conclude:”Ora attendo che il Polo magico del No proponga qualcosa di sensato; senza governo andiamo avanti…mi spiace, ma si prende atto che all’italiano va bene così”
Share Button