Piano ospedaliero, PD: ok 30 mln e incremento posti letto ma “quei 50 mln servono a Taranto”

img_2899L’incremento del 22% dei posti letto, l’arrivo di 30 milioni per Taranto area SIN e, l’impegno preso dal Presidente del consiglio per il recupero dei 50 milioni sfumati per Taranto: sono i tre punti al centro dell’incontro del PD sul Piano di riordino ospedaliero. Novità tutte, tiene a sottolineare il coordinatore provinciale Costanzo Carrieri, “nate in casa PD”. E, ancora, “Taranto merita quei cinquanta milioni, per quanto ha subito. Contiamo sull’impegno preso da Renzi”. Così anche il consigliere regionale Michele Mazzarano: “Quei 50 milioni alla Sanità ionica servono, e i 30 non li sostituiscono, perché hanno destinazioni diverse. I 50 servono, non alle strutture, ma al personale della ASL di Taranto. Puoi avere tutti i posti letto e i migliori macchinari, ma resta il problema dei problemi: quello del personale”.

Diventano, intanto, 1081 i posti letto, da 884. Incremento comunque positivo, ma solo uno step: l’obiettivo è quello di una Sanità adeguata alle esigenze di Taranto. Al tavolo anche il consigliere Donato Pentassuglia, ex assessore regionale alla Sanità.

Quanto a tutte le polemiche tra governo nazionale e regionale, taglia corto Carrieri: “Mettere insieme le sinergie di questi due governi e valorizzare le cose positive”.

Share Button