“Matteo Risponde” verso il 2019: fondamentale partire dalla Ferrovia a Matera

Renzi comunica in tanti modi diversi. E non ce ne vogliate se ultimamente è spesso presente (anche) sui nostri schermi.

Il presidente del Consiglio fa notizia, e qui il referendum c’entra poco, almeno lo sperano i lucani e i materani in particolare abituati a non farsi più illusioni in tema di “isolamento ferroviario”. Promessa elettorale in vista del voto del 4 dicembre? Sembra di no stando al percorso nelle commissioni parlamentari che a botta di emendamenti approvati, accompagnano con piccoli fatti le tante parole ascoltate in questi anni, anzi decenni.

Il presidente del consiglio dei ministri continua a ripeterlo in ogni occasione e lo fa rispondendo alle domande della nostra direttrice che lo intervista nel retropalco del Cinema Comunale e agli utenti che su twitter gli chiedono durante il #MatteoRisponde: Presidente, come giudica le infrastrutture lucane in vista di Matera 2019?

“Insufficienti, fondamentale partire dalla Ferrovia a Matera”.

L’appuntamento materano di domenica mattina è stato importante, anche giornalisticamente, perchè al di là dei temi legati al territorio lucano, ha regalato alle cronache politiche diversi titoli. Il segretario nazionale del PD ha anticipato saltellando sul palco di Matera il controverso volantino che arriverà nella buca delle lettere di milioni di italiani in questi giorni con i faccioni di quella che ha definito “accozzaglia” di politici di diversa estrazione tutti uniti contro di lui in nome del no alle riforme costituzionali.

Un caso? No, perchè è venuto a farlo nella terra di uno dei suoi principali oppositori interni, Roberto Speranza da Potenza. E gli echi mediatici della sua presenza lucana continuano ancora ad animare il dibattito e le polemiche politiche a distanza di qualche giorno. Con i ragazzi delle scuole che lo contestavano a Potenza, incontrati fugacemente e, per qualcuno, usati per la propaganda, o sulla risposta data in un’intervista a dir poco “inesatta” sul tema della concorrenza “stato-regione” in materia di estrazioni.

Le contestazioni cui è pure abituato stavolta a Matera sono state più morbide, tanto da indurlo a scegliere una foto della pacata piazza Vittorio Veneto per illustrare la sua consueta Enews settimanale.

Share Button