Basilicata. I lavori del Consiglio Regionale, slitta ancora l’elezione di uno dei vicepresidenti

Ieri a Potenza, nuova riunione del Consiglio regionale della Basilicata, condizionato in apertura da una lunga sospensione nel quale il governatore Pittella ha incontrato sindacati e rappresentanti dei lavoratori dell’istituto di vigilanza La Ronda, al centro di una lunga vertenza presso il MISE.

Nelle prossime ore – è emerso – l’Ente di Viale Verrastro si farà promotore di un colloquio con la Cosmopol, azienda campana interessata all’acquisto, per valutare nuovi margini di modifica al piano di riorganizzazione aziendale, in prima istanza con decurtazione dello stipendio e incentivi alla mobilità. Il tutto in tempo utile per l’ultimo tavolo romano che sancirà il dentro o fuori.

Consiglio Regionale BasilicataPrevisto, all’ordine del giorno, l’assemblea ha poi approvato a maggioranza il rendiconto esercizio 2015 della gestione di bilancio del Consiglio regionale ed il Piano Ricerca e Innovazione, formazione e occupazione giovani in Basilicata. Su entrambi i provvedimenti, voto contrario di Leggieri e Perrino del Movimento 5 Stelle e Rosa di Fratelli d’Italia – Alleanza Nazionale.

Nel corso della discussione, seguita al passaggio in III e IV Commissione, il consigliere PD Lacorazza ha sollevato l’importanza dell’atto, propedeutico al piano del dimensionamento scolastico verso le politiche industriali,”per agganciare ha aggiunto – il provvedimento nazionale sull’industria 4.0, coinvolgendo l’Università lucana e collegandola a quella di Napoli ed il Politecnico di Bari, in modo da valorizzare il sistema della formazione degli istituti tecnici superiori ed i poli tecnici professionali regionali verso il sistema delle imprese”.

A supporto il parere del capogruppo PD, Cifarelli, mentre è stata segnalata la sottovalutazione di artigianato e agricoltura – ha dichiarato Perrino del Movimento 5 Stelle – mentre, quanto previsto, secondo Napoli di Forza Italia, rientra negli intenti già disattesi dal governo regionale “attraverso la riprogrammazione dei fondi Fesr 2007 – 2013”.

Su richiesta di Cifarelli, rinviata nuovamente l’elezione del vice presidente del Consiglio regionale a seguito della sospensione e dimissioni dall’incarico del consigliere Galante, “per consentire alla maggioranza – ha dichiarato – di affrontare il tema”.

Share Button