Slitta la nomina in Consiglio Regionale del presidente del Parco Murgia di Matera

Riunito in seduta straordinaria, il Consiglio regionale della Basilicata ha approvato una mozione condivisa dalla maggioranza dei presenti in aula – due gli astenuti – che rimanda ad approfondimenti legislativi e legali sulla “nomina del presidente dell’ente di gestione del Parco archeologico storico naturale delle chiese rupestri del materano”.

La decisione presa dall’assemblea è stata anticipata dalla Prima Commissione, la quale ha deciso di non esprimersi per la violazione del principio di conferibilità sulla terza di nomi inviata dalla Comunità del Parco.

Il consigliere Comunale di Matera, Paolo Manicone

Il consigliere Comunale di Matera, Paolo Manicone

A pesare è il nome del consigliere comunale di maggioranza della Città dei Sassi, Francesco Paolo Manicone, in situazione di “inconferibilità come stabilito dalla legge – ha sottolineato il presidente della Commissione e consigliere del Partito Democratico, Santarsiero”.

Inoltre, l’elenco è stato trasmesso oltre i termini previsti dalla legge e risulta carente di motivazioni. Nel dibattito lampo sono intervenuti i consiglieri Perrino (M5s), Romaniello (Gruppo Misto) e Cifarelli (PD).

Prima dei lavori, un corteo di studenti delle scuole superiori di Potenza ha marciato fino al Palazzo della Giunta regionale e in delegazione ha poi incontrato l’assessore all’Ambiente Pietrantuono. La protesta è stata incentrata sulla conoscenza e pubblicazione trasparente dei dati sul registro tumori della Basilicata. Gli studenti fuori dal palazzo regionale

L’ufficio stampa della Giunta, ha poi reso noto che giovedì prossimo, 20 ottobre, l’assessore Pietrantuono e gli studenti “incontreranno il direttore del Crob, Cugno ed il responsabile del Registro Tumori, Galasso, per fare il punto della situazione in Basilicata”.

Share Button