Sisma. Proposta in Consiglio regionale pugliese dal PD per l’istituzione del “fascicolo del fabbricato”

La Regione Puglia istituisca il ‘fascicolo del fabbricato’, fissando una serie di disposizioni in materia di prevenzione del rischio e sicurezza delle costruzioni sia pubbliche che private.

A chiederlo sono i consiglieri regionali del Pd, Fabiano Amati e Michele Mazzarano (capogruppo) con una proposta di legge presentata oggi. La pdl riproduce il testo della legge regionale n. 27 del 2014, poi abrogata – è detto in una nota del Pd – a seguito delle eccezioni di illegittimità costituzionale avanzate dal Governo nazionale con un ricorso presentato nel luglio dello stesso anno. Lo stesso è stato, poi, ritenuto estinto con ordinanza del Giudice delle leggi il 15 aprile 2015.

Michele Mazzarano - capogruppo PD Consiglio Regionale Puglia

Michele Mazzarano – capogruppo PD Consiglio Regionale Puglia

“L’obiettivo – spiega Amati – è riuscire finalmente a dotare l’ordinamento regionale di uno strumento normativo idoneo alla tutela e alla salvaguardia dell’incolumità pubblica e privata. Si cerca di creare, ancora una volta, un sistema mirato alla conoscenza delle caratteristiche del patrimonio edilizio esistente, in modo da poter prevenire e proteggere la popolazione dai rischi legati alle calamità naturali come terremoti o alluvioni”.

La proposta, tra i vari punti, fissa l’obbligatorietà dell’istituzione del fascicolo per edifici pubblici e privati di nuova costruzione e il regime del suo aggiornamento. Istituisce, inoltre, una ‘scheda di sintesi’ da aggiornare contestualmente al fascicolo del fabbricato. Per i fabbricati esistenti, invece, prevede la redazione di una scheda informativa, nella quale siano riportati i dati tecnici e abilitanti. Previste anche verifiche delle condizioni di staticità attuali degli edifici.

I Comuni, secondo quanto proposto, dovranno provvedere alla identificazione degli immobili realmente a rischio e si stabiliscono i criteri per la sorveglianza e le sanzioni in caso di omesso adempimento alle prescrizioni di legge.(ANSA).

Share Button