Commissioni in Consiglio Pugliese approvano disegno di legge per prevenire il dissesto degli enti locali

Via libera al disegno di legge dalle Commissioni “Statuto e Regolamenti” e da “Programmazione e Bilancio”

Ulteriore passo avanti nel Consiglio regionale della Puglia per il disegno di legge che contiene norme per “l’istituzione di un fondo di rotazione a sostegno degli Enti locali per prevenire il dissesto finanziario e assicurare la stabilità finanziaria”.

Oggi la Commissione Statuto e Regolamenti, presieduta da Erio Congedo (CoR) ha espresso a maggioranza parere consultivo favorevole allo schema del ddl che fissa le procedure per sostenere i Comuni con un contributo regionale straordinario. In particolare gli Enti locali per accedere al beneficio del Fondo di solidarietà devono predisporre un piano di riequilibrio finanziario pluriennale, con risorse vincolare per destinazione.

Per l’esercizio 2016 è prevista una dotazione finanziaria di 2 milioni di euro. Il ddl inoltre disciplina inoltre le modalità, stabilite in un’apposita convenzione, per il rientro delle somme elargite dalla Regione Puglia a titolo di anticipazione per un periodo massimo di 10 anni.

Anche la Commissione Programmazione, Bilancio ha dato il via libera al disegno di legge che contiene norme per “l’istituzione di un fondo di rotazione a sostegno degli Enti locali per prevenire il dissesto finanziario e assicurare la stabilità finanziaria”.

Sul ddl, approvato a maggioranza con l’astensione del M5S, il presidente della Commissione Fabiano Amati (Pd) ha espresso la necessità di verificare singolarmente i casi per evitare che rientrino nel canale della solidarietà i Comuni che rischiano il dissesto per mala gestione. Da qui l’invito al Governo regionale ad emendare il testo chiarendo gli elementi che andranno a determinare la situazione di disastro. Sarà inoltre convocata una seduta della Commissione per fare una ricognizione, alla presenza di Anci e Upi, delle amministrazioni locali in disavanzo. Sul provvedimento si è espresso anche il capogruppo Pd, Michele Mazzarano, spiegando che “nasce per la situazione finanziaria del Comune di Castellaneta, un caso di natura particolare, ma non esclusivo di Comuni gravati da conseguenti azioni risarcitorie a causa di eventi disastrosi come il crollo della palazzina di Viale Verdi, che causò la morte di 34 persone.

In realtà si tratta di un provvedimento che, con un apposito capitolo di bilancio da sostenere e alimentare, potrà essere utile – conclude Mazzarano – per tutti i Comuni che dovessero trovarsi, non per diretta responsabilità, in situazioni di dissesto finanziario e che necessitino di interventi per assicurare la stabilità finanziaria”. (ANSA)

Share Button