Ballottaggi in 5 comuni del tarantino, sfidanti a caccia di apparentamenti

elezioni_comunali_2015_1Resteranno sottobanco i possibili apparentamenti fino alle 12:00 di domenica. Poi, l’ufficializzazione. Al ballottaggio i maggiori comuni della provincia di Taranto. A Massafra si contendono la poltrona da sindaco Fabrizio Quarto (8566 preferenze) e Raffaele Gentile (6264 preferenze). Trapela da indiscrezioni che Quarto sia convinto e fermo sulla sua posizione, sostenuta da Ambiente e progresso, Quarto sindaco, Strada Maggiore, Noi centro per Massafra e Udc. Starebbe corteggiando, invece, praticamente tutti coloro i quali si sono presentati alle elezioni, Gentile. Cerca accordi. Ma soltanto domenica farà i conti con i ‘SI’ o i rifiuti per se’ e per i suoi: Forza Italia, Massafra cambia, Massafra futura, Massafra popolare e Rivoluzione cristiana.

Ballottaggio anche a Grottaglie, tra Ciro D’Alo’ (8507 voti) e Michele Santoro (4987 voti). Il primo, candidato sindaco per Grottaglie on: “Il nostro, progetto politico nato dal basso e dalla voglia di un futuro diverso”. E Santoro (centrodestra e liste civiche): “Obiettivo: ricostruire città con onestà, rispetto e coerenza”.

Al secondo turno, ancora, Ginosa, Laterza e San Giorgio ionico. A Ginosa e’ scontro tra Vito De Palma, sostenuto da Forza Italia più civiche e altri di centrodestra, ed il candidato del Movimento Cinque Stelle Vito Parisi. A Laterza, l’ago della bilancia degli avvicinamenti penderebbe per Francesco Perrone a dispetto del sindaco uscente Gianfranco Lopane. Perrone, sempre in via ufficiosa, potrà contare su Conservatori e Riformisti, Forza Italia, Fratelli d’Italia, Obiettivo comune e Laterza cresce. Staremo a vedere domenica. Fiducioso, infine, Mino Fabbiano che sfiderà Donato Ponzetta, a San Giorgio ionico.