Femminicidio. Boldrini a Potenza: “drappo rosso sia segno di vicinanza tra istituzioni e cittadini”

Visita a Potenza per la presidente della Camera dei Deputati, Laura Boldrini, intervenuta al Teatro Stabile insieme all’Onorevole del Partito Democratico Roberto Speranza, su iniziativa dell’associazione politica La Città Possibile. La terza carica dello Stato ha preso parte ad un incontro sul valore della politica, un tema affrontato ore prima a Roma con l’esposizione dall’ufficio di Montecitorio di un drappo rosso, simbolo della campagna #saranonsarà contro il femminicidio, per sua stessa ammissione un atto “per riconciliare le istituzioni con i cittadini.”

Ed ancora, a poche ore dalle celebrazioni repubblicane del 2 giugno, passaggio sul referendum costituzionale ed annesse polemiche, da evitare per “mettere in condizione i cittadini di potersi esprimere”. A livello locale, tiene banco la paventata riforma con annessa soppressione della Corte d’Appello potentina. Un rischio rimarcato sul palco dal sindaco De Luca e sul quale la Boldrini ha auspicato che si possa rivedere quanto previsto, in linea però on le esigenze di bilancio.

Domani l’arrivo a Matera, dove a Palazzo Lanfranchi parteciperà ad un incontro della Commissione Regionale Pari Opportunità per parlare della rappresentanza di genere.

Share Button