Il Sindaco di Matera De Ruggieri risponde al consigliere comunale Adduce.

Il sindaco di Matera Raffaello de Ruggieri

Il sindaco di Matera Raffaello de Ruggieri

Matera – Le incomposte dichiarazioni di Salvatore Adduce potrebbero cadere nel dimenticatoio se egli non fosse la causa primaria della attuale debolezza operativa della Fondazione Matera-Basilicata 2019.

All’ex sindaco Adduce vorrei ricordare che in questo momento stiamo mettendo le fondamenta del Palazzo comunale trovato in una situazione di totale disarmo”. Così il sindaco Raffaello de Ruggieri risponde alle recenti dichiarazioni del consigliere comunale.

La bacchetta magica non è nei poteri di un sindaco per cui il consuntivo dovrà essere verificato non certo nella prima fase di rodaggio.

Ritengo di non soffrire di debolezze riflessive e creative, le mie azioni e le mie realizzazioni, compiute in lunghi anni di impegno, sono sotto gli occhi di tutti.

Quello che mi sorprende – prosegue Raffaello de Ruggieri – è che attacchi scomposti vengano da chi ha costruito una macchina da guerra, la Fondazione Matera-Basilicata 2019 che, novello Titanic, è affondata al semplice contatto con la normale operatività.

Sostiene Adduce che non si abbia consapevolezza della sfida del 2019 e, quindi, non si abbia attenzione verso la Fondazione che , per questo, vegeta in situazioni difficili, ma chi ha varato tale soggetto attuatore ignorando la legge dello Stato che impediva al sindaco di Matera di esserne presidente? Chi ha contrattualizzato il ruolo onnipotente e ghiotto del direttore? Chi ha ipotizzato risorse per le attività correnti della Fondazione con fondi incompatibili? La Fondazione istituita con ingiustificati, colossali errori, ha bisogno quindi di un’attenta, necessaria e non improvvisata rivisitazione.

Anche le inerzie culturali denunciate dallo stesso Adduce – precisa infine il sindaco – sono smentite dai fatti: tra settembre 2015 e il 15 maggio 2016 a Matera sono stati organizzati 80 eventi culturali, 43 incontri sportivi e 11 mostre d’arte figurativa e plastica, per un totale di 134 manifestazioni, cioè una ogni due giorni. Inoltre, di queste, molte sono state sostenute con risorse comunali e regionali.

I prossimi mesi si annunciano come portatori di qualificate manifestazioni nazionali e internazionali.

In questa città, ormai, pur di fare rumore, si spara a salve, ma chi usa questo metodo non riesce neppure a colpire un passero”.

Share Button