Marò in Italia. Le dichiarazioni di Renzi, Boldrini ed Emiliano

“È una notizia che aspettavamo da tempo. Sono particolarmente contenta anche per le famiglie, visto che da tempo vivono uno stato di ansia rispetto a questa lontananza”.

Così la presidente della Camera, Laura Boldrini, ha commentato la notizia del rientro dall’India del fuciliere di Marina, il barese Salvatore Girone. “Questo – ha aggiunto Boldrini a margine di un incontro al quale ha partecipato a Bari – conferma che era giusto rivolgersi a un arbitrato internazionale. Sono contenta che l’arbitrato abbia potuto stabilire il rientro del fuciliere”.

Rispondendo poi ai giornalisti che le chiedevano di commentare le parole del premier, Matteo Renzi, che in mattinata ha detto a Firenze di ricevere pressioni per un intervento in Libia ma di aver scelto una a strada diversa.

E proprio il premier Matteo Renzi ha parlato con Salvatore Girone al telefono dalla sala di Clemente VII, in Palazzo Vecchio, quella stessa da lui occupata quando era sindaco.

Il suo portavoce ha postato su twitter una foto del premier impegnato nella telefonata con il marò, dopo la notizia della decisione del tribunale arbitrale dell’Aja sul suo rientro in Italia. Lo stesso Renzi ha poi annunciato di aver parlato con Girone nella conferenza stampa con il premier giapponese Shinzo Abe a Firenze.

“Felici per il rientro di Salvatore Girone, confermiamo la nostra amicizia e la nostra volontà di collaborazione con l’India. Ho parlato poco fa con il marò Salvatore Girone, che potrà rientrare in Italia in attesa delle decisioni del tribunale internazionale. Questo è un passo in avanti significativo al quale abbiamo lavorato con grande dedizione e determinazione”. Lo scrive su facebook il premier Matteo Renzi che rivolge nuovamente un “messaggio di amicizia al popolo indiano e al Primo Ministro Narendra Modi: siamo sempre pronti a collaborare e lavorare insieme”

Dichiarazione di Michele Emiliano:

“In questo momento tutta la Puglia gioisce per una notizia straordinaria che è quella del ritorno a casa di Salvatore Girone. La Puglia non ha smesso mai di seguire la sua vicenda, la sua famiglia. Ho appena ricevuto la telefonata della moglie che mi ha comunicato questa incredibile e bellissima notizia. Certo la battaglia giudiziaria continua, è in corso l’arbitrato internazionale, ma è stato un gesto di grande intelligenza e di grande civiltà quello delle autorità indiane di consentire a Salvatore Girone di tornare in patria durante questo periodo in cui si svolgerà il giudizio arbitrale. Credo che questo sia un momento di straordinaria commozione per tutti noi anche perchè Salvatore Girone stava facendo solo il suo dovere su ordine del nostro Paese e su una nave che aveva bisogno di protezione e in questo momento è evidente che la Repubblica ha finalmente ottenuto il risultato di riportarlo a casa. Voglio quindi ringraziare tutti coloro che si sono prodigati perché questo potesse avvenire”.

Share Button