Scanzano Jonico (MT). Intervista all’ex sindaco Mario Altieri

“Si è trattata di una persecuzione nei miei confronti e non solo”

Un’odissea giudiziaria durata 11 anni per quella che, il protagonista di questa vicenda, considera una vera e propria stagione di persecuzione giudiziaria e non solo.

Lui è Mario Altieri, ex sindaco di Scanzano Jonico. A distanza di tutti questi anni il Tribunale di Matera, in seduta Collegiale, ha assolto con formula piena Altieri perchè il fatto non sussiste. Nel 2005, 54 persone furono inizialmente coinvolte nell’inchiesta per presunti brogli elettorali avvenuti a Scanzano Jonico in occasione delle elezioni regionali del 2005.

Di queste 54 persone, 14 furono arrestate, lo stesso sindaco, senza rimettere il proprio mandato, restò in carcere 4 mesi e mezzo; alla fine gli imputati furono 12 ma intorno a loro si creò comprensibilmente un clima di sofferenza e Altieri, nel giorno della sua assoluzione, ha voluto ricordare i tanti, coinvolti direttamente o indirettamente, che oggi non ci sono più.

Secondo Altieri, che non ha mai accettato la prescrizione, quella che lui definisce persecuzione cominciò nel 1999 quando la sua giunta si oppose con forza al progetto Marinagri.

Share Button