Pittella e De Ruggieri incontrano Renzi. Il sindaco: “se la montagna non va da Maometto…”

Il presidente della Regione Basilicata e il sindaco di Matera in mattinata si sono recati a Palazzo Chigi

De Ruggieri RenziMarcello Pittella e Raffaello De Ruggieri hanno incontrato questa mattina presso la sede romana del Governo italiano il premier Matteo Renzi e il sottosegretario alla presidenza del Consiglio Claudio De Vincenti.

Il colloquio secondo quanto riferito dagli stessi lucani ha avuto come principale argomento di discussione “Matera 2019”

“Serve una città sostenibile, uno sviluppo che non sia infuocato, non certo complessi faraonici”, spiega De Ruggieri sottolineando come, dopo i “tre rinvii”, il premier ha accettato il suo invito a visitare Matera “a maggio”. Sullo sfondo, ovviamente, anche il caso Tempa Rossa.

“Non ripetiamo ciò che è accaduto, il monito del pm sui controlli ambientali vale anche per Matera 2019”, spiega Pittella evidenziando come, il Patto per il Sud, che per la “Basilicata riteniamo di poter siglare da qui a due mesi, merita una decisione sul governo delle risorse. Prepariamoci sin da subito a dire chi fa e cosa si fa”.

“Perché Renzi non è venuto oggi a Matera? C’è stata un’inversione di tendenza: se la montagna non va da Maometto, Maometto va alla montagna, e così sono venuto io a Roma da lui, ci siamo visti alle 11.00, e abbiamo discusso un’ora della situazione di Matera e della Regione” chiosa De Ruggieri aggiungendo che secondo lui l’incontro a Matera è saltato per problemi istituzionali: “oggi qui a Roma c’era la regina di Danimarca”.

L’incontro, ha poi aggiunto, è stato fecondo: “gli ho detto che la Basilicata non è quella regione a tinte fosche di cui oggi si parla”. Nessun timore, ha poi spiegato, sul fatto che Matera sia diventata capitale della cultura per ‘tenere buoni’ gli animi sulle vicende petrolifere. De Ruggieri si è detto convinto che “è la bellezza della città che ha creato questi presupposti”.

In ogni caso, ha reso noto il sindaco, il premier ha solo posticipato l’appuntamento, verrà a Matera e in Basilicata il prossimo mese di maggio.

Intervistato in radio (alla trasmissione di Rai Radio2 “Un giorno da Pecora”) e facendo seguito ad una nota inviata dall’ufficio stampa comunale il primo cittadino ha poi aggiunto di non conoscere invece i motivi che hanno indotto il ministro Angelino Alfano ad annullare la presentazione del suo libro in programma sabato 9 aprile sempre a Matera.

“Non so perché l’abbia annullata” ha aggiunto De Ruggieri “non credo per non venire contestato, perché noi non abbiamo problemi di ‘ribellismi’, non abbiamo questo tipo di problemi”.

Share Button