Taranto, un consiglio comunale tra fogna e cultura

imageAlle porte del Comune di Taranto i cittadini di Talsano, Lama e San Vito. Protestano, nel giorno del consiglio comunale. La motivazione, sempre la stessa: la rete fognaria. Inesistente da quaranta anni. Sono sostenuti dai consiglieri Lina Ambrogi Melle, Fabio Venere, Dante Capriulo, firmatari della mozione con oggetto la “realizzazione opere primarie di acqua e fogna in diverse zone della città”. Una battaglia pure di Toni Cannone, capogruppo Conservatori e Riformisti.

Di contro, quasi scaramanticamente e ad esorcizzare i problemi della città in sofferenza, si istituisce la Giornata della Cultura ionica, proposta dal Comitato per la qualità della vita.

Share Button