Trivelle. Lacorazza scrive alle Regioni che non hanno promosso il referendum

Proposta una mozione a sostegno del voto fissato al 17 aprile

Trivelle in MareIl presidente del consiglio regionale della Basilicata, Piero Lacorazza (Pd), in una lettera ai consiglieri delle Regioni che non hanno promosso il referendum sulle trivelle in mare – previsto per il 17 aprile – ha chiesto che “anche nelle Assemblee legislative che finora non si sono espresse sull’argomento si sviluppi un’ampia discussione”.

Lacorazza – secondo quanto reso noto dall’ufficio stampa del consiglio regionale della Basilicata – ha scritto la lettera “a nome delle nove Assemblee legislative regionali che hanno promosso il referendum. Il referendum è stato fissato per il 17 aprile, e nei due mesi che ci dividono da questa data è nostro dovere mettere in atto ogni utile iniziativa per consentire ai cittadini di poter conoscere i termini del contendere e formarsi un’opinione”.

Lacorazza ha proposto “un’ipotesi di mozione a sostegno delle referendum da sottoporre all’attenzione dei consiglieri regionali. Questi temi meritano di essere approfonditi dalle Assemblee legislative regionali, che sono chiamate ad attuare le disposizioni previste dalla cosiddetta legge sblocca Italia. Faccio appello quindi alla vostra sensibilità perché sulle questioni ambientali, come pure in merito alle prerogative delle istituzioni regionali ed al principio di leale collaborazione fra Stato e istituzioni locali, possa svilupparsi, in occasione della campagna referendaria, un sereno e approfondito dibattito che coinvolga i cittadini”.

Share Button