Referendum Trivelle, Lacorazza chiede ad Agcom e Vigilanza Rai di intervenire sul Governo

Con una lettera indirizzata al presidente dell’Agcom, Marcello Cardani, e al presidente della Commissione parlamentare di Vigilanza Rai, Roberto Fico, il presidente del Consiglio regionale della Basilicata Piero Lacorazza sollecita l’intervento di questi organismi sulla questione della data del referendum.

“È del tutto evidente” afferma Lacorazza “che in un tempo così ristretto (60 gg a partire da oggi NdR) come quello

Piero Lacorazza (PD) - presidente del Consiglio Regionale di Basilicata

Piero Lacorazza (PD) – presidente del Consiglio Regionale di Basilicata

previsto dal Governo sarà molto difficile consentire lo svolgimento della campagna referendaria per almeno 45 giorni, così come prevede la normativa vigente. Tempo al quale occorre aggiungere quello necessario per l’espletamento di tutte le procedure di vostra competenza, che mi pare difficile possano essere completate in 15 giorni. Per questo motivo vi chiedo di far sentire la vostra voce, intervenendo presso il Governo perché riveda la propria posizione, consentendo lo svolgimento del referendum in una data meno ravvicinata e compatibile con l’espletamento di tutte le procedure, comprese quelle relative alla programmazione dei messaggi autogestiti e degli spazi nelle tribune elettorali e nei programmi di informazione e di intrattenimento”.

Share Button