Masterplan per il sud. Basilicata apre il confronto all’intero Mezzogiorno

Il Sud Italia

Il Sud Italia

L’Italia non può ripartire senza lo sviluppo del Mezzogiorno. Il Mezzogiorno non può svilupparsi senza una sintesi di tutti gli attori territoriali che lo compongono. E’ quanto emerso dall’incontro pubblico “Masterplan per il Sud – Patto per la Basilicata”, al Park Hotel di Potenza, che ha riunito parlamentari, consiglieri regionali, amministratori locali, rappresentanti datoriali e sindacali.

Promosso dal gruppo del Partito Democratico in Consiglio regionale, l’evento ha visto gli interventi iniziali del segretario regionale Antonio Luongo e del capogruppo in consiglio regionale Roberto Cifarelli. Diversi gli spunti d’interesse ma non è stato registrato il pienone auspicato. Segnale forse di una diversità di vedute o comunque di occasione mancata per un confronto. Punto sul quale i sindacati si sono spesi con richiesta di coesione dell’intera classe dirigente ancor prima di parlare dei fondi e programmazione.

L’azione annunciata in estate dal Premier Renzi e mai così attesa per provare a rivitalizzare un territorio che conta circa 20 milioni di abitanti – è emerso – dovrà incidere necessariamente su linee d’intervento ben precise. Il destino della Basilicata è unito a quello delle altre regioni, prima fra tutte la vicina Puglia. Politiche di bilancio, progetti in tema di energia, trasporti e formazione, i primi temi su cui avanzare proposte comuni e che non possono continuare ad avere confine.

Share Button