Emiliano ad Acerra con De Luca: anche la Campania ha capito l’importanza dell’alta velocità

Per l’apertura di tre nuovi cantieri sulla tratta dell’Alta Velocità Napoli-Bari, il governatore pugliese sfoggia in pubblico una penna con lo stemma dei Borbone

I governatori di Campania e Puglia

I governatori di Campania e Puglia

ACERRA (NA) – Avviati oggi i cantieri delle opere civili necessarie per il potenziamento infrastrutturale e tecnologico dell’itinerario Alta Velocità/Alta Capacità Napoli – Bari, in linea con l’iter dei lavori indicato dal decreto Sblocca Italia.
E’ la prima fase degli interventi programmati. Da ottobre 2016 saranno poi avviati i principali cantieri.

All’avvio dei lavori erano presenti il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Graziano Delrio e i presidenti delle Regioni Campania e Puglia, Vincenzo De Luca e Michele Emiliano.

“A testimonianza – ricorda – degli antichi legami tra due terre, Campania e Puglia, che un tempo facevano parte dello stesso regno. C’è stato sempre un legame meraviglioso con Napoli, dove i nostri giovani studiavano nella prima facoltà di economia d’Europa e le classi dirigenti pugliesi si istruivano nell’arte del governo”.

“Da parte nostra – ha proseguito Emiliano – l’anelito a ricongiungerci con Napoli è fortissimo. Perciò la Puglia ha voluto fortemente questa tratta persino in tempi in cui, mi riferisco alla precedente amministrazione, tutto questo desiderio in Campania non c’era perche l’Alta Velocità a Napoli arriva già e si pensava che questa tratta servisse solo alla Puglia.

Ora invece si è compreso – e a sentire le parole di De Luca mi si è riempito il cuore – che il collegamento tra le due zone più attive del Mezzogiorno continentale è utile anche alla Campania e che quell’anelito di ricongiungimento – ha concluso Emiliano – è stato recepito”.

Share Button