Cosa si è detto all’Assemblea regionale dell’Anci di Basilicata

Assemblea Anci BasilicataIl Presidente nazionale dell’Anci, Piero Fassino, sarà in Basilicata il prossimo 25 novembre. E’ quanto è stato annunciato nel corso dell’assemblea dell’Anci di Basilicata, svoltasi ieri mattina a Potenza. A partecipare ai lavori, oltre alla platea dei sindaci lucani, anche il Prefetto di Potenza, Antonio D’Acunto e il Presidente della Regione Basilicata, Marcello Pittella.

Al centro dei lavori le questioni legate alla sostenibilità finanziaria dei Comuni lucani in sofferenza per le ristrettezze di bilancio legate all’esiguità dei trasferimenti dello Stato e ai vincoli per il superamento del Patto di stabilità. In particolare, si è discusso della Legge di Stabilità 2016, di cui non si conoscono ancora i contenuti specifici, ma che lascia presagire nuovi tagli per i comuni chiamati però nel contempo a svolgere maggiori funzioni. In questo senso, un tema posto ha riguardato l’annunciato taglio della Tasi e dell’Imu, che svuoterebbe ancora le casse comunali senza un introito sostitutivo.

Come conciliare dunque i nuovi tagli con la impossibilità da parte delle amministrazioni di incrementare il gettito fiscale? O in maniera ampia, e richiamando anche il titolo dell’incontro, come possono i comuni essere protagonisti dello sviluppo del territorio senza risorse? E il Presidente della Regione, Pittella intervendo all’assemblea dell’Anci ha detto “Una primissima lettura della legge di stabilità ci consente di parlare di cauto ottimismo.

Nella bozza del governo centrale- ha aggiunto – si stanno recuperando proposte per un welfare avanzato a partire dall’inclusione. C’è, inoltre, una premialità per il Mezzogiorno e si istituiscono zone a economie speciale”. Il presidente ha poi invitato i sindaci a formulare proposte da inserire nel Piano per il Sud e a mettere in calendario un nuovo incontro nei prossimi quindici giorni per valutare gli interventi da mettere in campo.

Share Button