Sud. Speranza chiama Renzi a responsabilità. “Una sterzata nell’azione dello Stato”

Roberto Speranza

Roberto Speranza – Ex Capogruppo PD alla Camera

La situazione di criticità economica e sociale del Mezzogiorno è perdurante e desta profonda preoccupazione. Questo si legge nella interpellenza sui ritardi del Sud presentata dall’ex capogruppo Pd alla Camera, Roberto Speranza, insieme ad altri 47 deputati dem, e a cui ha risposto per il Governo il sottosegretario Claudio De Vincenti.

Quali i dati a supporto della tesi della minoranza dem? il mancato utilizzo di una cospicua parte dei fondi Ue 2007 – 2013, il ritardo con la programmazione dei nuovi fondi 2014-2020, e il funzionamento parziale dell’agenzia per la coesione territoriale, (“non entrata pienamente in funzione” si legge nella nota stampa), che avrebbe dovuto “promuovere un piu’ efficace coordinamento nazionale nella programmazione dell’uso dei fondi europei”.

Serve dunque “una sterzata nell’azione di Stato” si legge nell’interpellanza. Posizione più volte espressa da Speranza, si pensi all’ultima direzione del Pd dedicata proprio al Mezzogiorno, o anche all’iniziativa svoltasi a Potenza a fine luglio.

E poi ancora un affondo a Renzi. “Il deputato democratico chiede se non si ritenga che ”l’azione del Governo non sia stata obiettivamente contrastante con gli indirizzi programmatici”. ”Siamo di fronte a una vera e propria scissione silenziosa” si legge ancora nella nota stampa diffusa. Ed evidentemente Speranza si riferisce a quella tra Nord e Sud, o ancor meglio a quella tra Paese ed azione di governo, non di certo a quella più evidente divisione del Partito Democratico.

Insomma, mentre i governatori meridionali, sul finire dell’estate, si sono ritrovati più volte nelle piazze per parlare di co-programmazione e Renzi lancia il masterplan per il Sud, Speranza, dal suo canto, torna sul tema sottolineando – a leggere bene tra le righe – una incoerenza nell’azione di governo.

Intanto, Renzi domani sarà a Bari ad aprire la Fiera del Levante, ospite del governatore pugliese Emiliano, non proprio un renziano doc. Forse una risposta giungerà proprio da lì.

Share Button